Marco Respinti descrive e commenta la recente scoperta di pianeti attorno ad una stella lontana 40 anni luce da noi. Sette pianeti attorno ad una Nana rossa, Trappist-1, che hanno scatenato l’euforia degli astrofisici, ma non è la prima volta che si fanno scoperte del genere e sistemi tipo il nostro sono già stati scoperti nella nostra galassia. Quello che renderebbe la scoperta eccezionale è la cosiddetta abitabilità di alcuni pianeti anche se si è omesso di dire che sono pianeti che non ruotano e che hanno una rivoluzione velocissima. Ragionando con le categorie terrestri si comportano come la luna: una faccia sempre al …. sole e una sempre al buio. E le cosiddette stagioni rapidissime.

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-c-e-vita-nell-universo-troppo-presto-per-dirlo–19049.htm

 

Annunci